‘Riscatto’: Giorgio Gori ospite ai ‘Dialoghi Eula Extra’

Il sindaco Giorgio Gori – alla presenza del presidente del Consiglio, Mario Draghi – durante la piantumazione di un tiglio al parco Martin Lutero alla Trucca (credit: Comune di Bergamo)

Al Parco della Trucca, il premier Draghi cita i ‘nuovi mille di Bergamo’

Pianetta: «Simbolo della resilienza non solo di una città, ma del Paese»

Bergamo, 18 marzo 2021: «Lo Stato c’è e ci sarà». Il presidente del Consiglio, Mario Draghi, ad un anno esatto dai giorni più tristi della pandemia, pronuncia queste parole nel prato che circonda il cimitero monumentale di Bergamo. Al suo fianco, il sindaco della città orobica, Giorgio Gori, convinto che la battaglia non sia finita: «La difficoltà, in questo momento, è commemorare una tragedia che ancora non è finita». Dalla cronaca della prima ‘Giornata della memoria’ delle vittime da Covid-19, messaggi di speranza e riconoscenza verso l’incessante ‘resistenza civile’ di un Paese che non si arrende. Una terra, quella bergamasca, colpita al cuore e mai doma, simbolo del desiderio di riscatto che attraversa l’Italia intera.

«L’ultimo anno, con una pandemia che ha ancora oggi confini difficili da delineare  commenta Michele Pianetta, vicesindaco di Villanova Mondovì ed ideatore dei ‘Dialoghi Eula’ – lascerà una traccia indelebile nella storia moderna. La società civile italiana ha dato segno di grande solidità, ben rappresentata dai ‘nuovi mille di Bergamo’, definizione che Gori ha coniato per citare i mille volontari che aiutarono le persone in difficoltà nelle prime fasi dell’emergenza. I ‘Dialoghi Eula’, ancora una volta, sono fieri di poter annoverare tra i propri ospiti il simbolo della resilienza non solo di una città, ma dell’intero Paese, che continua a combattere contro un nemico invisibile».

Dalla cerimonia al Parco della Trucca, voluta per inaugurare il Bosco della Memoria, intitolato alle vittime del Covid-19, ai ‘Dialoghi Eula Extra’Martedì 23 marzo, alle ore 18, andrà in onda la diretta streaming del nuovo format del ‘festival della buona politica’ di Villanova Mondovì: ospite del primo appuntamento 2021 il sindaco Gori, intervistato dalla giornalista Francesca Schianchi (La Stampa e La7). Sulle piattaforme social (Facebook e YouTube) del Comune si potrà assistere al ‘dialogo’ sugli “appunti per un futuro possibile”, esposti dal primo cittadino bergamasco nel nuovo libro ‘Riscatto’.

La sessione verrà introdotta dal saluto di Giovanni Quaglia, presidente della Fondazione CRT-Cassa di Risparmio di Torino e dell’Associazione delle Fondazioni di origine bancaria del Piemonte, già ospite nel marzo 2019 ad ‘Aspettando… Dialoghi Eula’ con il professor Carlo Cottarelli.

Articoli Recenti